Pratiche energetiche sostenibili

Per ridurre la dipendenza dalle risorse forestali e diffondere la concezione di sviluppo sostenibile, nei villaggi verranno promosse una serie di attività volte a favorire l’introduzione di pratiche energetiche sostenibili.

Queste pratiche comprendono:

  • l’utilizzo di forni di fango, facili da costruire, che consumano metà della legna rispetto al tradizionale, insalubre e poco efficiente fuoco a cielo aperto che produce fumo, disperde calore e consuma molta legna;
  • l’uso della pula del riso come combustibile al posto della legna per cuocere i mattoni da costruzione;
  • la produzione di mattoni a secco con terra e cemento tramite una pressa, eliminando così la cottura e il consumo di legna;
  • l’introduzione di abitudini culinarie tese a ridurre i tempi di cottura e il conseguente consumo di legna, come l’imbibizione prolungata dei legumi nell’acqua per ammorbidirli prima di cuocerli.

Per contribuire alla massima diffusione e al più largo recepimento possibile di queste pratiche nei villaggi, verrà affiancata alla loro introduzione un’intensa attività di formazione e sensibilizzazione tramite workshop dedicati a ciascuna pratica da adottare e semplici manuali in lingua kiswahili con informazioni tecniche e consigli utili per una corretta ed efficace implementazione del sistema.

 Le attività: