Dal Trentino alla Tanzania in una clip

2015-2017 – Tanzania e Trentino

Capofila: Ass. Mazingira 

Partner di progetto:

  • MG Reporter di Massimo Gabbani
  • MUSE
  • Polo Scolastico Val di Cembra

Nella società odierna e, ancor più in particolare, nel mondo scolastico, si riscontra una forte esigenza di integrazione e valorizzazione dei percorsi interculturali; da queste esigenze è nata l’idea del filmmaker Massimo Gabbani, diventata poi un progetto di educazione alla cittadinanza globale da svolgersi in alcune classi del polo scolastico della Val di Cembra in Trentino e delle scuole dell’area dei Monti Udzungwa in Tanzania. I principi che si cerca di trasmettere son quelli della solidarietà, della cooperazione, della sostenibilità, della non violenza, della tolleranza e del rispetto, stimolando la curiosità e l’accettazione del diverso, dell’interdipendente, così come l’apertura verso culture e stili di vita distanti. Per poter raggiungere questi scopi, la lingua veicolare impiegata è l’inglese. L’idea è che gli studenti dei due Paesi vengano in contatto tramite dei brevi filmati girati in lingua inglese, di cui saranno anche i protagonisti; i filmati saranno poi impiegati come strumenti didattici e informativi  sia in Italia che in Tanzania.

Con questo progetto, Mazingira si propone di:

  • Promuovere lo scambio interculturale, dando l’opportunità agli studenti coinvolti sia in Trentino che in Tanzania di conoscere una cultura diversa e lontana, introducendo anche la complessità della società interconnessa in cui vivono.
  • Sviluppare valori e conoscenze che possano costituire la base di quegli strumenti necessari per capire e gestire le sfide di un mondo globale e interconnesso.
  • Sensibilizzare su tematiche importanti della cittadinanza globale, quali la solidarietà, il rispetto per l’ambiente, i diritti umani, la pace, la tolleranza, il dialogo interreligioso.
  • Promuovere il pensiero critico e pratiche di cittadinanza attiva negli studenti coinvolti.
  • Migliorare la conoscenza della lingua inglese.

Ci si propone inoltre di stimolare gli insegnanti, fornendo loro competenze professionali di educazione alla cittadinanza globale, in modo che possano facilmente sviluppare e utilizzare metodologie e strumenti per promuoverel’educazione alla cittadinanza globale. Inoltre si vorrebbero creare strumenti didattici replicabili che facilito l’interculturalità e l’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza globale.