Udzungwa – una foresta per tutti

2012-2017

Capofila: Ass. Mazingira

Partner di progetto:
– MUSE
– Ass. Docenti Senza Frontiere
– Istituto Comprensivo di Aldeno-Mattarello
– Ass. Nadir

Nell’area adiacente al Parco Nazionale dei Monti Udzungwa esiste uno stretto legame fra sviluppo socio-economico e conservazione dell’ambiente, centrato intorno all’uso sostenibile delle risorse naturali. La foresta dei Monti Udzungwa è infatti il “capitale naturale” grazie a cui la Valle del Kilombero è fertile e supporta un crescente numero di abitanti. È ormai diffusa la comprensione dell’importanza dei servizi eco-sistemici per lo sviluppo locale, purtroppo a causa della loro gratuità essi vengono alterati ovunque in maniera irreversibile da pratiche di abuso insostenibili.

In questo contesto, l’obiettivo del progetto è di migliorare le condizioni di vita e la consapevolezza ambientale delle popolazioni limitrofe il Parco Nazionale dei Monti Udzungwa garantendo l’equilibrio con la protezione ambientale. In particolare, l’Associazione cerca di:

  • Contribuire all’adozione da parte della popolazione locale di alternative alle risorse forestali non più accessibili, prima fra tutti la legna per cucinare, attraverso:
    • La realizzazione di vivai efficienti e funzionanti nell’area, sia scolastici che di villaggio;
    • L’adozione di pratiche agroforestali nell’area;
    • La produzione di legna da ardere da pratiche agroforestali e foreste di villaggio;
    • Il miglioramento delle foreste di villaggio già esistenti;
    • La diffusione e il miglioramento dei sistemi di combustione efficienti già esistenti nell’area, come i forni a terra cruda;
    • L’adozione di nuovi sistemi di combustione efficienti, come il Mayon Turbo Stove a pula di riso e la brichettatrice a pressa,
    • L’introduzione di cesti coibentati, che permettono di ultimare la cottura dei cibi senza fuoco.
  • Aumentare la consapevolezza pubblica e l’educazione riguardo all’ambiente, alla foresta, ai suoi servizi e alla necessità di preservarli, attraverso:
    • Percorsi annuali di educazione ambientale nelle scuole primaria e secondaria;
    • Empowerment dei docenti di scuola primaria, secondaria e dirigenti scolastici attraverso corsi di formazione sull’educazione ambientale e corsi di alfabetizzazione informatica;
    • Eventi di sensibilizzazione nei villaggi come proiezioni notturne, dimostrazioni pubbliche e campagne radio;
    • Campagne di promozione di buone pratiche quotidiane di risparmio energetico (cesti coibentati, imbibizione dei legumi prima della cottura, uso dei coperchi) e riduzione dei rifiuti (compostaggio, riciclaggio);
  • Creare nuove opportunità economiche legate alla valorizzazione del Parco e in genere all’uso efficiente delle risorse naturali, attraverso:
    • Corsi di formazione per gruppi femminili per diffondere e produrre nuove tecnologie energetiche e gestire vivai di villaggio;
    • La realizzazione in via sperimentale di percorsi di turismo sostenibile;
    • Corsi di formazione delle guide turistiche del Parco per migliorarne la professionalità;
    • Promozione attiva del Parco in Trentino e Tanzania per incrementare il numero annuale di visitatori;
    • Corsi di formazione o supporto nelle fasi di start-up per nuove attività generatrici di reddito come orti agroforestali, apicoltura, produzione di artigianato locale, sartoria etc.
  • Sensibilizzare la cittadinanza trentina, e in particolare il mondo scolastico, sulle condizioni di vita dell’area dei Monti Udzungwa, per promuovere la solidarietà tra Nord e Sud del mondo e facilitare scambi culturali di arricchimento reciproco, attraverso:
    • Percorsi di educazione alla cittadinanza globale nelle scuole trentine che coinvolgano docenti, studenti,e possibilmente anche le loro famiglie per sensibilizzare sulle condizioni di vita, problematiche energetiche, deforestazione in Tanzania e nei PVS in generale e su molti altri temi attuali di rilevanza socio-ambientale;
    • La realizzazione di gemellaggi fra scuole tanzaniane e trentine;
    • Eventi di sensibilizzazione diretti alla cittadinanza in generale.